Parma 27 marzo 2018 – Relativamente ai fatti accaduti domenica u.s. durante il secondo tempo della partita del Campionato Nazionale di Serie B contro Livorno Rugby 1931 s.s.d., Amatori Parma Rugby Club A.s.d. tiene a precisare che quanto accaduto deve considerarsi quale fenomeno isolato, durato pochi istanti, che ha interessato principalmente un solo “tifoso”, non tesserato con Amatori Parma Rugby Club, ed un solo tesserato della squadra avversaria.

Il comportamento tenuto dai tesserati Amatori Parma Rugby Club, tanto vale anche per i giocatori della squadra avversaria, è stato improntato unicamente a sedare un battibecco tra un tesserato di Livorno Rugby 1931 s.s.d. ed il soggetto artefice dell’ingresso al terreno di gioco.

Comportamento sbagliato, ma mosso da buone intenzioni, è stato tenuto anche dal primo “invasore di campo” (regolarmente tesserato con Amatori Parma Rugby Club) il quale è entrato unicamente per allontanare il tesserato di Livorno Rugby 1931 s.s.d. dalle recinzioni, far cessare il battibecco tra questo ed il pubblico ed invitarlo a raggiungere la propria panchina.

Amatori Parma Rugby Club stigmatizza il comportamento tenuto dai soggetti, tesserati e non, che si sono resi responsabili di un brutto episodio antisportivo e contrario al regolamento di gioco ed all’etica sportiva.

Per quanto di sua competenza Amatori Parma Rugby Club A.s.d. metterà in atto tutto ciò nelle proprie possibilità onde evitare in futuro che si ripropongano accadimenti simili e procederà a sanzionare i propri tesserati che si sono resi responsabili di quanto accaduto.

Cliccando "ACCETTO" approvi la nostra policy su privacy, gestione dati e utilizzo cookie in base alla normativa vigente (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003)<br> RIFIUTO: Desidero maggiori informazioni (GDPR e Cookie)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi