Bilancio positivo per la prima edizione del torneo “Ovale di S. Ilario”, innovativa competizione ideata dallo staff e dai genitori dell’under 16 bluceleste, fortemente appoggiata e sostenuta dalla Società, che ha condensato in una animata giornata nella Cittadella del Rugby, sport, formazione, gastronomia e musica, in un unico evento per atleti, genitori e semplici appassionati.

Ad aggiudicarsi il torneo, giocato nel pomeriggio, è stata la Rugby Parma che ha preceduto per pari risultati ma migliore per differenza mete la Rugby Noceto; a seguire il Lainate, l’Amatori e il Codogno rugby.
Partite con minutaggio ridotto e una formula particolare per il torneo, giocato senza mischie e touche per velocizzare il gioco, alzando così ritmo e livello di gioco, evitando i tempi morti. Torneo che è stato preceduto nella mattinata da una seduta di allenamento, a ranghi mescolati, con Sergio Zorzi e lo staff di Akkademia, con cui l’Amatori Parma Rugby ha da alcuni mesi iniziato una concreta collaborazione, a coordinare gli staff tecnici delle 6 squadre partecipanti alla manifestazione.

Tema dell’allenamento le skill nel gioco offensivo, verificate poi nel pomeriggio durante la competizione in campo

Mentre i ragazzi sudavano in campo, particolarmente apprezzato dal pubblico del “Villaggio Ovale”, organizzato sotto il tendone del terzo tempo delle Zebre, è stato il convegno “ Problema dipendenze nell’età dell’adolescenza” con l’intervento del Maresciallo Russo e dell’Appuntato Gentile della sezione Narcotici dei Carabinieri di Parma, su un tema oggi più che mai attuale. Vecchie e nuove dipendenze, sempre più diffuse tramite internet ed i canali social, gli effetti fisici e psicologici delle droghe, i metodi per un contrasto e una prevenzione efficace, tra i quali lo sport, sono i tanti temi toccati nella mattinata che hanno attirato l’attenzione degli uditori e dei tanti genitori presenti, incuriositi e attenti a un problema che potrebbe toccare da vicino i propri figli.

Successo in campo e sotto il tendone ma anche a tavola con i prodotti di salumeria di Arca Gualerzi, sponsor dell’Amatori Rugby Parma, i vini dell’Enoteca Caggiati ed i prodotti bio dell’Azienda agricola “Ciaolatte” di Borghetto di Noceto; e ancora l’infaticabile Sergio Ghillani, profeta del rugby tra le montagne orobiche, venuto a Parma con un gruppo di amici che hanno deliziato i nostri palati con la polenta taragna abbinata con ragù di carne o con il formaggio di monte delle valli bergamasche.
Infine non poteva mancare la buona musica con i dj Carlo Chiappini e Claudio De Luca della Soulful Funky DJ Experience che per tutta la giornata, fino al terzo tempo della prima squadra, hanno allietato i presenti con i loro vinili.

Soddisfatto alla fine della giornata Massimo Giovanelli, ideatore ed anima del torneo insieme allo staff dell’under 16 Daniele Gatti e Luca Spagnoli che tiene a sottolineare “ Quella di oggi è stata una bella giornata per la società, una giornata d’interazioni con tutti fuori e dentro il campo, grazie anche al grande lavoro dei genitori dell’under 16. In poco tempo abbiamo organizzato un evento che ha richiamato tante persone, dimostrando che ci siamo e che il processo di crescita e formazione della società prosegue”.

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato su tutte le novità dell’Amatori Parma Rugby.

Cliccando "ACCETTO" approvi la nostra policy su privacy, gestione dati e utilizzo cookie in base alla normativa vigente (GDPR n. 679/2016 e DLgs n. 196/2003)<br> RIFIUTO: Desidero maggiori informazioni (GDPR e Cookie)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi